Vems

Mediante la spirometria e in particolare eseguendo il test di Tiffenau è possibile determinare un importante parametro della funzione respiratoria, ossia il massimo volume che può essere espirato durante il primo secondo, detto VEMS, ossia Volume Espiratorio Massimo nel 1° secondo (oppure FEV1,Forced Expiratory Volume in the 1st second), che è il volume di aria espirata nel corso del primo secondo di un’espirazione massima forzata e indica il grado di pervietà delle grandi vie aeree. Grazie a tale test è possibile distinguere clinicamente tra disturbi respiratori restrittivi (ad esempio nel caso di edema polmonare, polmonite, ecc.) e disturbi respiratori ostruttivi (che si hanno con il restringimento delle vie aeree, come nell’asma).

In condizioni patologiche, come nell'asma, il valore assoluto del VEMS può essere ridotto rispetto al valore normale ed esso è strettamente correlato con il grado di broncocostrizione. Ma se l'asma è stabile, tale parametro è spesso normale, ma ciò non permette di escludere la presenza di un’asma: in questo caso, si deve procedere con un test di provocazione bronchiale aspecifico (ad esempio il test alla metacolina) e, dove opportuno, con un test di provocazione bronchiale specifico (se si sospetta un’asma allergica).

Una riduzione del VEMS indica quindi una broncostruzione associata a difficoltà respiratoria (come nell’asma, ma non solo) e/o a una riduzione del ritorno elastico del polmone (come nell’enfisema polmonare). La European Respiratory Society ha stabilito la gravità della broncostruzione come segue:

  • Lieve: VEMS uguale o inferiore all'80% del normale;
  • Moderata: VEMS 60% - 40% del nomale;
  • Grave: VEMS inferiore al 40% del normale.

Ultimo aggiornamento: settembre 2015

Riferimenti in letteratura

  1. Standardisation of spirometry. Miller MR, Hankinson J, Brusasco V, Burgos F, Casaburi R, Coates A, Crapo R, Enright P, van der Grinten CP, Gustafsson P, Jensen R, Johnson DC, MacIntyre N, McKay R, Navajas D, Pedersen OF, Pellegrino R, Viegi G, Wanger J; ATS/ERS Task Force. Eur Respir J. 2005 Aug;26(2):319-38.
Professionisti salute