Mantenere l'asma
sotto controllo

Con le corrette misure e l'appropriata terapia farmacologica, l'asma è una malattia che può essere controllata e con la quale è possibile convivere. In primo luogo, è di primaria importanza seguire correttamente la cura, specie se prescritta su base quotidiana. Il fallimento della terapia farmacologica, infatti, può essere di solito attribuito alla mancata aderenza al regime terapeutico prescritto, oltre che alla presenza di altre condizioni patologiche, o all'esposizione continua a inquinanti, allergeni o irritanti ambientali. Anche le cattive abitudini, come il fumo e l'esposizione al fumo passivo, possono causare iperreattività delle vie aeree e ridurre l'efficacia dei corticosteroidi per via inalatoria.

Mantenere l'asma sotto controlloIn secondo luogo, è necessario recarsi periodicamente dallo specialista, non solo dopo un periodo di riacutizzazione della malattia, ma anche nei periodi, in cui la patologia non si manifesta in maniera particolarmente grave. Ciò è vitale per "seguire" la propria funzione polmonare (ad esempio con la spirometria), così come il diabetico "prende nota" dei propri valori di glicemia.

Per i pazienti con asma di gravità moderata o severa può essere vantaggioso avvalersi della consulenza di esperti educatori sull'asma allo scopo sia di valutare la correttezza della propria tecnica inalatoria (cioè quanto bene vengono usati i dispositivi di inalazione), sia di sviluppare un piano personalizzato per la propria asma.

Ultimo aggiornamento: luglio 2016


Scopri come tenere sotto controllo la tua asma: fai il test di controllo dell'asma

Riferimenti in letteratura

  1. PM O'Byrne. Therapeutic strategies to reduce asthma exacerbations. J Allergy Clin Immunol 2011; 128:257.
Professionisti salute